ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO A SOSTEGNO DEI MALATI DI MORBO DI PARKINSON

 

Impianto di stimolazione

Home
Notiziario
Per contattarci
Il 5 per mille dell'IRPEF
Attualità
Attività sociale
Parma
Verona
Perugia
Padova
Sportello Parkinson
Sportello parkinsonismi
Centri di cura
Malattia di Parkinson
Sintomi
I problemi non motori
La terapia
Principi attivi e farmaci
Neurochirurgia
Verona: Chirurgia
I Manuali e gli Ausili
Riabilitazione
Diete personalizzate
Proteggere l'autonomia
Sostegno psicologico
Genetica e Staminali
Parkinsonismi atipici
Parola agli specialisti
Ci scrivono...
Convegni
I link
Dalle altre pagine
La neurochirurgia nella malattia di Parkinson
Il ruolo del neurologo nella terapia chirurgica della malattia di Parkinson
Centri di riferimento
Aspetti gestionali e psicologici della DBS


UN NUOVO STIMOLATORE RICARICABILE

È stato impiantato con successo  l'Istituto Galeazzi di Milano un nuovo modello di dispositivo per la stimolazione cerebrale profonda in un paziente parkinsoniano di 50 anni.  Il nuovo neurostimolatore si distingue dai modelli precedenti per le piccole dimensioni (solo 9 mm di spessore) e per la possibilità di ricaricamento dall'esterno tramite induzione magnetica; questo prolunga la sua durata fino a 10 anni, riducendo la necessità di fastidiose sostituzioni delle pile.
Il nuovo neurostimolatore sarà disponibile con buone probabilità anche presso altre strutture ospedaliere a partire dal mese di gennaio 2009.

 

Impianto bilaterale di stimolazione cerebrale profonda (DBS)

Lo stimolatore Kinetra presenta due canali in un unico stimolatore. E’ sufficiente impiantare un solo stimolatore anche per malati con sintomi su entrambi i lati del corpo.

Dallo stimolatore partono gli impulsi che raggiungono l’elettrodo posto nel subtalamo o nel globo pallido. Lo stimolatore viene collocato in una tasca sotto la clavicola.

 

Lo stimolatore Kinetra è schermato dalle interferenze elettromagnetiche. Non c’è più alcun rischio di spegnimento accidentale dovuto ad interferenze con metal-detector, sistemi antifurto, vecchi elettrodomestici non schermati ecc.

Il paziente ha la possibilità di accendere o di spegnere lo stimolatore con un piccolo dispositivo portatile simile ad un telecomando.

INDIETRO